spot_img

Ue, Israele ed Egitto firmano un patto trilaterale per la fornitura di gas in Europa


Al settimo meeting dell’East Mediterranean Gas Forum i tre hanno firmato un Memorandum of Understanding che permetterà l’invio di gas naturale da Tel Aviv al Cairo, poi trasportato in Europa

Il Memorandum of Understanding sottoscritto nella giornata di ieri al Cairo da Egitto, Israele e Unione europea è un fatto storico dall’assoluta importanza, che apre nuovi orizzonti per tutti gli attori in gioco nel Mediterraneo orientale. Tel Aviv invierà il gas naturale estratto dai suoi territori verso l’Egitto tramite pipeline già esistenti che, a quel punto, verrà liquefatto e pressurizzato, potendo essere così trasportato in Europa. Per quanto non significativa, la prima fase dell’accordo vedrà un sostanziale aumento dell’export verso il Vecchio Continente, con effetti che saranno realmente impattanti sul mercato attesi nell’arco di due anni.

L’accordo è stato firmato in occasione del settimo incontro ministeriale dell’East Mediterranean Gas Forum, realtà organizzativa che vede coinvolti numerosi Paesi dell’area. I membri del gas forum, divenuto negli ultimi anni vero e proprio strumento di dialogo per le nazioni della regione, sono Egitto, Giordania, Autorità Palestinese, Israele, insieme a Cipro, Grecia e Italia.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo