spot_img

Somalia, al-Shabaab rivendica l’attentato a Mogadiscio


Gli estremisti somali stanno capitalizzando la ridotta pressione antiterrorismo dovuta alla decisione degli Stati Uniti di ridurre il loro sostegno all’unità d’élite Danab addestrata da Washington

Giovedì scorso si è registrato un nuovo attentato terroristico a Mogadiscio, la capitale della Somalia, dove un Suv imbottito d’esplosivo è stato lanciato contro un automezzo in movimento nei pressi del trafficato snodo del KM4, che congiunge le principali strade della capitale somala ed è ripetutamente colpito da frequenti attacchi perpetrati ai danni dei convogli della missione dell’Unione africana in Somalia (AMISOM) e dell’esercito nazionale somalo (SNA) in pattugliamento.

L’attacco è stato rivendicato alla Reuters dal gruppo terroristico islamista al-Shabaab, che aveva l’obiettivo di colpire un convoglio che trasportava personale delle Nazioni Unite. La detonazione è stata talmente forte da causare il crollo delle pareti di una scuola.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo