spot_img

Australia, con la vittoria di Albanese inizia una nuova era


Il leader dei Laburisti è già impegnato in questioni internazionali cruciali: a Tokyo per il meeting Quad, discuterà con i partner statunitensi del patto Aukus

La schiacciante vittoria dei Laburisti in Australia dà pieno mandato a Anthony Albanese, leader del partito di origini italiane, per la sua azione di Governo, attesa alla prova dei fatti sia dagli elettori che dai partner internazionali di Canberra. Neanche il tempo di festeggiare che Albanese, come annunciato prima del voto in caso di risultato positivo, si è direttamente recato a Tokyo, in Giappone, per l’importante meeting Quad, dove discuterà della sicurezza nell’Indo-Pacifico con Joe Biden, Narendra Modi e Fumio Kishida.

Cambierà l’approccio australiano con il nuovo corso laburista? Verrà riaffermato l’impegno per il contenimento cinese nell’area? Quali saranno le prossime mosse in politica estera di Canberra? In realtà lo stesso Albanese nel corso della campagna elettorale ha parlato di visione non distante con i Conservatori sulle questioni internazionali, aspetto ribadito anche per il patto Aukus sottoscritto lo scorso anno con Usa e Regno Unito.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo