spot_img

Sud Africa: l’incontro dei Ministri degli Esteri dei Paesi BRICS apre a nuovi membri e scenari


Il messaggio è chiaro: il mondo è multipolare. Si è discusso l'allargamento all'Arabia Saudita e ad altri Paesi e l'uso di valute alternative al dollaro

Cresce sempre più l’interesse attorno ai BRICS, soprattutto in vista del meeting dei capi di Stato e di Governo che si terrà in Sud Africa nel mese di agosto. La presenza quasi certa di Vladimir Putin, Presidente della Russia, desta scalpore per via del mandato di arresto emanato dalla Corte Penale internazionale, di cui Pretoria fa parte e che dunque la obbligherebbe a rispondere alle richieste dei giudici. Una faccenda estremamente intricata che pone il Sud Africa, come già raccontato su eastwest, in una posizione difficile visti i rapporti che intrattiene con Mosca.

L’immunità del Sud Africa per Putin

Da quanto si apprende, l’esecutivo sudafricano sarebbe pronto a garantire l’immunità al Presidente della Federazione. “Questo è il conferimento standard di immunità rilasciato nel corso di tutte le conferenze internazionali che si tengono in Sud Africa, a prescindere dal livello di partecipazione”, ha spiegato in settimana il Dipartimento per gli Affari Internazionali. “Le immunità vengono offerte alla conferenza, non a singoli individui. Lo scopo è quello di proteggere dalla giurisdizione del Paese ospitante la conferenza e coloro i quali parteciperanno”.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo