spot_img

Cristina Finucci, Garbaland: lo Stato fatto di plastica – ARTE


Le installazioni di Cristina Finucci trasformano la plastica in arte per renderci più consapevoli. A oggi i rifiuti plastici costituiscono uno Stato grande quanto la Russia

Le installazioni di Cristina Finucci trasformano la plastica in arte per renderci più consapevoli. A oggi i rifiuti plastici costituiscono uno Stato grande quanto la Russia

Pensando a un artista da inserire in un primo piano dedicato alle terre rare il pensiero corre veloce a Cristina Finucci e al suo Garbage Patch State, lo Stato fatto di detriti plastici riconosciuto dall’Unesco e dal Ministero dell’Ambiente Italiano. Finucci nel concepire questo suo lavoro è partita dal concetto di “Terra desolata”, già promosso da Thomas Eliot in Wasteland, celebre poemetto dedicato allo squallore e all’alienazione della vita metropolitana. Dal 2013 ad oggi Finucci ha così dato vita a decine di performance e installazioni (bellissime ma tutte rigorosamente fatte da rifiuti) sottolineando uno dei più drammatici problemi ambientali del pianeta.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo