spot_img

El Sistema


Suona che l’ingiustizia ti passa. Compie 40 anni un esperimento di “musica collettiva e democratica”.

Suona che l’ingiustizia ti passa. Compie 40 anni un esperimento di “musica collettiva e democratica”.

El Sistema, uno degli esperimenti di didattica della democrazia più straordinari del pianeta, ha quasi quarant’anni. Nel febbraio del 1975 il pianista e economista venezuelano José Antonio Abreu fondava a Caracas con otto suoi allievi musicisti la prima orchestra sinfonica che aveva come scopo avviare i ragazzi dei quartieri più sfortunati alla pratica della musica collettiva. Per “toglierli dalla strada” come si dice, ma non solo: “Quando un ragazzino povero inizia a suonare uno strumento in casa – spiegava Abreu – trasforma allo stesso tempo chi gli sta attorno. Il suo impegno è di esempio per gli altri, e se lascia il quartiere per esibirsi in pubblico aumenta la sua autostima”.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo