spot_img

Schieramenti e coalizioni in vista delle elezioni europee


Il partito francese Reconquete! è entrato nel gruppo dei Conservatori e Riformisti europei, guidato da Giorgia Meloni, e il partito Fidesz di Viktor Orban sembra essere il prossimo. L’inclusione di Orban rischia però di scompaginare il gruppo ECR

C’è fermento all’interno del gruppo dei Conservatori e Riformisti europei (ECR), in vista delle elezioni previste per giugno che porteranno al rinnovo di Parlamento e Commissione Ue. La scorsa settimana Nicolas Bay, l’unico eurodeputato del partito francese Reconquête!, è passato dal gruppo dei “non membri” all’ECR. E, così facendo, ha segnato l’ingresso della sua formazione all’interno della coalizione europea di destra, guidata da Giorgia Meloni e di cui fa parte Fratelli d’Italia.

Reconquête! è un partito che in Italia è conosciuto soprattutto per le figure da cui è guidato. La candidata di spicco al voto di giugno sarà infatti Marion Maréchal, nota per essere la nipote di Marine Le Pen. Mentre alle ultime elezioni presidenziali francesi il leader della formazione è stato Éric Zemmour, distintosi per le sue posizioni estremiste, xenofobe e maschiliste.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo