spot_img

G20 Roma, qualcosa si muove


Al G20 italiano i leader hanno raggiunto l'intesa sulla tassa minima globale per le multinazionali e approvato l'obiettivo dell'Oms di abbattere le disuguaglianze fra Paesi poveri e ricchi. Draghi: "Stiamo costruendo un nuovo modello economico"

Al G20 italiano i leader hanno raggiunto l’intesa sulla tassa minima globale per le multinazionali e approvato l’obiettivo dell’Oms di abbattere le disuguaglianze fra Paesi poveri e ricchi. Draghi: “Stiamo costruendo un nuovo modello economico”

Come in quel film di Moretti per cui spesso ci si fa notare più se si è assenti che presenti, anche per il G20 di Mario Draghi sembra sia andata proprio così. Mentre il Presidente del Consiglio – e fino a dicembre Presidente del G20 -, dalla nuvola di Fucsas all’Eur chiamava a raccolta le principali economie del mondo per gettare le basi di un nuovo modello economico basato sul multilateralismo, il Presidente russo Vladimir Putin e quello cinese Xi Jinping si davano da fare, sia pure collegati in videoconferenza, per rovinare la festa al padrone di casa.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo