spot_img

Gabon: colpo di stato pochi giorni dopo le elezioni


Mercoledì 30 agosto un gruppo di ufficiali ha effettuato un colpo di stato e ha deposto il Presidente Ali Bongo, eletto il 26 agosto scorso per un terzo mandato. L'opposizione aveva denunciato brogli elettorali e violenze.

“Nel nome del popolo gabonese, abbiamo deciso di difendere la pace mettendo fine al regime attuale. Per questa ragione, le elezioni generali di agosto sono cancellate e, fino a nuovo avviso, tutte le istituzioni della repubblica sono sciolte”. 

Con queste parole, mercoledì 30 agosto un gruppo di ufficiali ha rivendicato di aver effettuato un colpo di stato in Gabon. I militari sono apparsi sul canale televisivo statale Gabon24 e hanno letto le loro dichiarazioni, affermando di aver portato a termine con successo la deposizione dell’ormai ex presidente Ali Bongo. Il loro obiettivo principale, secondo quanto dichiarato, sarebbe quello di difendere il Paese da una situazione di crescente tensione e conflitto, a causa della “governance irresponsabile e imprevedibile” dell’attuale élite. E la loro mossa vorrebbe quindi rappresentare un primo passo verso una transizione: tempi, dettagli e protagonisti verranno decisi e comunicati nei prossimi giorni.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo