spot_img

Ue verso un tetto al prezzo del petrolio dalla Russia


Fonti diplomatiche parlano di resistenze tedesche allo stop totale dell’import. Il limite al pagamento petrolifero ha lo scopo di calmierare i guadagni russi: da inizio guerra i Paesi membri hanno comprato 13 miliardi di petrolio moscovita

Fonti diplomatiche parlano di resistenze tedesche allo stop totale dell’import. Il limite al pagamento petrolifero ha lo scopo di calmierare i guadagni russi: da inizio guerra i Paesi membri hanno comprato 13 miliardi di petrolio moscovita

Un tetto al prezzo da pagare alla Russia per il petrolio fornito all’Unione europea, che da inizio invasione dell’Ucraina, 63 giorni or sono, ha portato all’esborso nelle casse moscovite di ben 13 miliardi di euro. È la proposta dei Paesi membri per frenare i guadagni russi sull’oro nero venduto all’Europa, petrolio letteralmente insanguinato la cui compravendita agevola il prosieguo delle operazioni militari della Federazione in Ucraina.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo