spot_img

Germania: la nuova legge per facilitare l’immigrazione


La mancanza di lavoratori rappresenta da anni uno dei principali temi politici tedeschi. Il 60% delle aziende che operano sul territorio si trova a corto di personale. I settori più colpiti sono: l’istruzione, la cura, l’informatica, il sociale, l’artigianato e la ristorazione.

In Germania mancano lavoratori. Ma, da adesso, trasferirsi nel Paese per lavoro sarà più facile. A Berlino è infatti entrata in vigore in questi giorni la nuova legge sull’immigrazione di forza lavoro qualificata proveniente da Paesi extracomunitari. Una svolta che si preannuncia significativa e che, secondo i piani del governo, dovrebbe aiutare la Germania a trovare almeno una parte dei lavoratori di cui necessita.

I nuovi regolamenti sono stati approvati in estate dal governo guidato da Olaf Scholz e saranno effettivi nella loro totalità dalla prossima estate. Nel frattempo, però, verranno operati dei cambiamenti parziali: alcune delle norme approvate dal governo sono entrate in vigore in questi giorni, altre saranno applicate a partire da marzo.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo