spot_img

India e Vietnam rafforzano la partnership strategica


Nuova Delhi e Hanoi concordano sulla libertà di navigazione nel Mar Cinese meridionale e implementano le esercitazioni congiunte di difesa e sicurezza. Un messaggio alla Cina?

Indo-Pacifico e Sud-est asiatico diventano sempre più protagonisti sul palcoscenico internazionale, con le potenze globali esponenzialmente interessate alla macro area dove si scontrano, su tutte, le forze di Stati Uniti e Cina in quello che sembra diventato il confronto del secolo. L’impegno di Washington e Pechino è massimo nel cercare di posizionare al meglio le rispettive pedine sullo scacchiere regionale, con numerosi interessi che coinvolgono i singoli Stati dell’area.

Tra questi l’India, uno dei protagonisti indiscussi dei giochi di potere ma con un ruolo ambivalente: dialogante con la Russia per i diretti interessi in ambito difesa ed energia, strategicamente legata agli Usa per la gestione dei mari caldi, insieme a Giappone e Australia nel Quad. Con principale antagonista la Cina, con la quale manda avanti una diatriba di lunga durata sui confini mai definiti lungo la Line of Actual Control, diatriba estesa anche al libero passaggio nel Mar Cinese meridionale.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo