spot_img

Indo-Pacifico, la premier neozelandese approva la presenza Usa


Jacinda Ardern ha accolto con favore l'impegno degli Stati Uniti nell'Indo-Pacifico, senza dimenticare che è la Cina il primo partner commerciale della regione

In un’intervista con AFP, NBC e altri media, la Prima Ministra della Nuova Zelanda, Jacinda Ardern, ha detto di accogliere con favore i segnali di una maggiore presenza degli Stati Uniti nella regione dell’Indo-Pacifico. Segnali incarnati principalmente nel patto Aukus sui sottomarini nucleari con l’Australia, che mira al contenimento marittimo della Cina e che rappresenta la manifestazione più concreta di quel pivot verso l’Asia che Washington ripeteva di voler realizzare da più di dieci anni.

“Accogliamo con favore quella presenza fisica”, ha dichiarato Ardern, “che è parte di colloqui importanti nella nostra regione. E abbiamo visto quel maggiore… impegno negli ultimi tempi” da parte americana. La Prima Ministra neozelandese pensa anche che, sotto l’amministrazione di Joe Biden, gli Stati Uniti abbiano “un ruolo incredibilmente importante” da svolgere per la difesa strategica, l’economia e gli scambi commerciali regionali.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo