spot_img

Italia: via alla sperimentazione del voto online


Dopo l'ok alla firma digitale per i referendum, a partire dalle prossime elezioni sarà possibile partecipare alla fase di sperimentazione del voto elettronico

Dopo l’ok alla firma digitale per i referendum, a partire dalle prossime elezioni sarà possibile partecipare alla fase di sperimentazione del voto elettronico

Dall’11 agosto scorso, grazie a un emendamento al Decreto Semplificazioni, approvato all’unanimità dalle commissioni Affari costituzionali e Ambiente, in Italia i referendum e le leggi di iniziativa popolare si potranno firmare oltre che nei gazebo anche online. I cittadini potranno apporre la propria firma alla proposte referendarie tramite lo SPID (il sistema pubblico di identità digitale) o la Carta d’Identità Elettronica (CIE). L’emendamento, attutato grazie alla caparbietà del Presidente di +Europa Riccardo Magi, ha avuto riscontro negativo da parte del Ministero della Giustizia – nonostante sia una pratica comune in quasi tutta l’Unione europea – che ne aveva chiesto la rimodulazione

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo