spot_img

Argentina: Mauricio Macri vuole riprendersi il Boca Juniors


Dopo aver scommesso, e vinto, su Milei, l'ex presidente prepara il ritorno al comando del Boca Juniors. Un tassello fondamentale nella carriera internazionale del leader del centrodestra, e un'opportunità per i suoi alleati nel Golfo Persico.

L’ex presidente dell’Argentina, Mauricio Macri (2015-2023), ha ricevuto martedì scorso una cascata di eccellenti notizie per la sua carriera politica. Il presidente eletto lo scorso 19 novembre, Javier Milei, ha confermato la nomina di Luis Caputo, suo stretto collaboratore quando era al governo, come futuro ministro dell’economia, e si attende la conferma dello sbarco di altri dirigenti legati a Macri nell’esecutivo che si insedierà il prossimo 10 dicembre.

Parallelamente, la magistratura argentina ha seguito la tradizione di premiare i leader vincenti delle elezioni e penalizzare i perdenti una volta terminata la campagna elettorale. Così Macri, divenuto ormai regista dietro le quinte del prossimo governo dell’estrema destra argentina, è stato assolto nel processo che lo indagava per aver spiato i famigliari delle vittime dell’incidente dell’Ara San Juan, il sottomarino esploso nel novembre del 2018 con 44 marinai a bordo.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo