spot_img

Mario Draghi, un anno da Premier


Marco Cecchini, autore di due recenti libri su Mario Draghi, riflette sulle sfide del governo, da un anno a questa parte, sulla partita del Quirinale, sulla strategia dei prossimi 12 mesi di governo e su possibili futuri incarichi istituzionali di Draghi in Europa

Marco Cecchini, autore di due recenti libri su Mario Draghi, riflette sulle sfide del governo, da un anno a questa parte, sulla partita del Quirinale, sulla strategia dei prossimi 12 mesi di governo e su possibili futuri incarichi istituzionali di Draghi in Europa

“Immagino che Draghi abbia in mente di portare avanti un processo profondo di riforma che consenta all’Italia di modernizzarsi, concentrandosi in particolar modo su alcuni punti ben precisi: giustizia, fisco, mercato del lavoro. Il tema delle riforme è sempre stato di attualità, nonostante, alla fine, sia rimasto sempre solo sulla carta”. Il giornalista ed economista Marco Cecchini riflette sulle sfide portate avanti dal governo di Mario Draghi – che il 13 febbraio dell’anno corrente compie il suo primo anno di vita –, in bilico fra la salda determinazione a intraprendere un compiuto percorso di riforme e gli equilibri fragili dei partiti. Nel suo nuovo libro, Un anno da Draghi. La metamorfosi di un banchiere (Fazi editore, 2022), analizza le motivazioni che lo hanno portato a porsi alla guida di un Paese al collasso, vestendo quegli abiti da politico che in passato aveva sempre rifiutato: “qualcosa di più di un tecnocrate che risolve problemi”.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo