spot_img

Baghdad summit, una speranza per il futuro del Medio Oriente


L’Iraq ancora al centro della diplomazia come mediatore. Protagonisti, Arabia Saudita e Iran, che intanto dà il via al nuovo Governo Raisi: nominato Ministro degli Esteri Hossein Amirabdollahian

L’Iraq ancora al centro della diplomazia come mediatore. Protagonisti, Arabia Saudita e Iran, che intanto dà il via al nuovo Governo Raisi: nominato Ministro degli Esteri Hossein Amirabdollahian

L’Iraq si propone sempre più come intermediario nel dialogo tra Iran e Arabia Saudita e prosegue sulla strada della mediazione per risolvere le delicate questioni che coinvolgono l’intera area mediorientale. Il meeting di Baghdad di domenica prossima potrebbe sancire un ulteriore passo in avanti nelle relazioni tra gli Stati dell’area, compresi quelli del Golfo con, al centro, protagonisti indiscussi Teheran e Riad.

Lo stato dell’arte: dagli Usa all’Arabia Saudita

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo