spot_img

Nato: Stoltenberg confermato Segretario Generale fino a ottobre 2024


Lo stallo sugli altri nomi papabili, le difficoltà del confronto con la Russia e l’attesa per l’ok della Turchia alla Svezia portano l’Alleanza alla conferma dell’attuale funzionario norvegese

Il Consiglio Nord Atlantico rinnova la fiducia al Segretario Generale uscente Jens Stoltenberg, che ancora una volta viene incaricato alla guida formale della Nato, stavolta con scadenza del mandato a ottobre 2024. Come già raccontato su eastwest nel corso delle scorse settimane, lo stallo sugli altri nomi sul tavolo, le difficoltà del conflitto in Ucraina e l’invasione della Russia, le nuove sfide relative alla crescita della Cina e, nodo gordiano, il mancato avvallo della Turchia all’ingresso della Svezia nel Patto Atlantico, alla fine hanno portato gli Alleati alla scelta più ovvia e probabilmente scontata, vista la gravità del momento, le tensioni interne e le pressioni esterne alla Nato.

“Sono onorato dalla decisione degli Alleati Nato di estendere il mio mandato come Segretario Generale al primo ottobre 2024. Il legame transatlantico tra l’Europa e il Nord America ha garantito libertà e sicurezza per quasi 75 anni e in un mondo sempre più pericoloso la nostra Alleanza è più importante che mai”. Con queste parole Stoltenberg accetta il rinnovo dell’incarico, enfatizzando il ruolo che l’Organizzazione Nord Atlantica ha svolto e continua a mandare avanti per la stabilità globale. Stabilità che oramai non esiste più nei canoni conosciuti e precedenti all’invasione russa, da ritrovare basandosi su un bilanciamento degli equilibri internazionali profondamente modificato, dove gli attori in campo cambiano e mutano pelle.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo