spot_img

Covid, cosa è successo davvero a Wuhan? – L’inchiesta [Parte 1]


Un esperimento di laboratorio o un virus creato ad hoc per motivi militari o strategici? La Cina impedisce le inchieste nazionali e internazionali. Ma una ricostruzione documentata fa dedurre qualcosa di diverso…

Un esperimento di laboratorio o un virus creato ad hoc per motivi militari o strategici? La Cina impedisce le inchieste nazionali e internazionali. Ma una ricostruzione documentata fa dedurre qualcosa di diverso…

A quasi due anni dall’inizio della pandemia che ha modificato il nostro mondo, restano ancora aperti e apparentemente insolubili gli interrogativi su come, e dove, abbia avuto origine il virus alla base di tutto ciò. Il poco che si sa è confuso, e continua ad essere più una serie di ipotesi di lavoro che di piste percorribili. Questo, perché i ripetuti tentativi di approfondire la questione sono caduti in un buco nero intriso di sensibilità politiche difficili da eliminare. La Cina, fin dall’esplodere della pandemia, è stata comprensibilmente restia all’essere incolpata in modo diretto, e ha reagito sbarrando la porta. E molti organismi internazionali, e primo fra tutti l’Organizzazione mondiale della sanità, non hanno voluto precludersi la possibilità di future indagini compiacendo l’estrema sensibilità cinese. Da tutto questo sono nati dubbi, complottismi, e una frustrazione che perdura.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo