spot_img

Parte da Durban la campagna di Ramaphosa per le elezioni di maggio


L’African National Congress, che governa il Paese da 30 anni, rischia per la prima volta di perdere la maggioranza. Il boom economico si è fermato, povertà, disoccupazione e criminalità sono esplose anche a causa della pessima gestione politica

La campagna elettorale in Sudafrica è ufficialmente iniziata. In vista delle elezioni che si terranno a fine maggio, nelle scorse settimane alcune delle formazioni di opposizione avevano già presentato il loro programma elettorale. Sabato 24 febbraio è stato invece il turno del partito più atteso, l’African National Congress (ANC), che da trent’anni governa ininterrottamente il Paese.

L’ANC ha scelto di cominciare la sua marcia verso le elezioni a Durban, nella provincia del KwaZulu-Natal, con una manifestazione in stile americano. Il presidente uscente e candidato ad un secondo mandato, Cyril Ramaphosa, si è presentato in uno stadio gremito da 75 mila persone, fatte arrivare da ogni parte del Paese per evitare che l’affluenza non fosse massima. E lì, in un’atmosfera che ricordava più quella di una partita o di un concerto che non di una manifestazione politica, ha esposto alla folla i punti grazie ai quali conta di essere rieletto.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo