spot_img

Come l’Arabia Saudita e gli Usa di Biden sono arrivati al punto di rottura


L'ambasciatore israeliano in America ha invitato Washington e Riad ad "aggiustare i rapporti" per il bene del Medio Oriente, riferendosi al fatto che durante l'amministrazione Biden questi sono peggiorati

L’ambasciatore israeliano in America ha invitato Washington e Riad ad “aggiustare i rapporti” per il bene del Medio Oriente, riferendosi al fatto che durante l’amministrazione Biden questi sono peggiorati

Una decina di giorni fa l’ambasciatore di Israele a Washington, Michael Herzog, ha detto che sarebbe “molto importante” per il Medio Oriente se gli Stati Uniti e l’Arabia Saudita facessero qualcosa per “aggiustare” la loro relazione. Si riferiva al fatto che sotto l’amministrazione di Joe Biden i rapporti tra Washington e Riad sono peggiorati molto: c’entra la nuova politica della Casa Bianca nei confronti del regno, storico partner di riferimento per gli americani nella regione mediorientale, utile in funzione anti-iraniana benché non sempre affidabile (si pensi alla crisi petrolifera del 1973 e agli attentati dell’11 settembre).

La politica saudita di Biden

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo