spot_img

Regno Unito e Cina ai ferri corti: il Primo Ministro britannico Rishi Sunak pone fine alla Golden Era tra Pechino e Londra


Il primo discorso sulla politica estera del capo del Governo britannico si distacca dalle politiche dei suoi predecessori: la Cina è vista come sfida sistemica

Il primo discorso di politica estera di Sunak ha delineato parte delle idee del nuovo Pm da adottare nei confronti della comunità internazionale, lasciando tuttavia aperto il campo delle congetture e delle reali azioni che Londra intraprenderà verso la comunità internazionale. Certamente, si distacca (a parole) dalle politiche del recente passato avviato dal suo stesso partito, quello Conservatore, che proprio con l’ex capo di Governo David Cameron — che verrà per sempre ricordato come il fautore del referendum sulla Brexit — coniò la terminologia Golden Era per riferirsi alle relazioni bilaterali con la Cina.

Le relazioni sino-britanniche al tempo di Cameron

Precedentemente alla visita di Xi Jinping a Londra nel 2015, Cameron disse: “Sarà un momento molto importante per le relazioni sino-britanniche, che sono ad uno stato molto buono, qualcosa come una Golden Era nella nostra relationship. Il cambiamento che vedremo — proseguiva il Pm — è chiaramente l’investimento nelle nostre infrastrutture, con le aziende cinesi che permetteranno la crescita dell’occupazione e la creazione di posti di lavoro. Ma credo che questa sia una grande vittoria anche per la Cina, che avrà accesso alla nostra nazione, membro guida dell’Ue e con così tanti contatti col resto del mondo”. Parole pronunciate in un’epoca passata nonostante siano trascorsi solamente 7 anni, a dimostrazione dell’impatto del cambiamento nelle relazioni internazionali avvenuto nel periodo che dal 2015 arriva ad oggi, tra l’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea, l’elezione negli Stati Uniti di Donald Trump che ha impattato pesantemente sulla tenuta dei rapporti transatlantici e sull’atteggiamento da assumere verso la Cina, l’invasione della Russia in Ucraina. Tasselli da tenere in forte considerazione per leggere l’attualità, e che portano alle parole di Sunak pronunciate nei giorni scorsi.

Il discorso di Sunak

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo