spot_img

Semiconduttori, la Corea del Sud non è d’accordo con il CHIPS Act


La legge voluta dal Governo degli Stati Uniti impone una restrizione dell'export tecnologico verso la Cina, ma le aziende di microchip sudcoreane non vorrebbero rinunciare a un mercato vasto come quello cinese

La legge voluta dal Governo degli Stati Uniti impone una restrizione dell’export tecnologico verso la Cina, ma le aziende di microchip sudcoreane non vorrebbero rinunciare a un mercato vasto come quello cinese

Intervistato dal Financial Times, il Ministro del Commercio della Corea del Sud, Ahn Duk-geun, ha espresso qualche riserva sulle politiche degli Stati Uniti per limitare i trasferimenti alla Cina di tecnologie e capacità manifatturiere avanzate per i semiconduttori.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo