spot_img

Slovenia, la presidenza del Consiglio Ue agita Bruxelles


Il Primo Ministro Janez Janša ha già scagliato contro l'Ue critiche piuttosto pesanti. Si teme per la tutela dei diritti di genere e per l'atteggiamento verso la stampa

Il Primo Ministro Janez Janša ha già scagliato contro l’Ue critiche piuttosto pesanti. Si teme per la tutela dei diritti di genere e per l’atteggiamento verso la stampa

Dopo i 6 mesi del Portogallo, al via dal primo luglio il semestre di presidenza del Consiglio dell’Ue affidato alla Slovenia. Peggio non poteva iniziare la guida di Lubiana che, tra un rapporto difficile con la stampa e la vicinanza politica del Governo all’Ungheria di Viktor Orbàn, rischia di non proseguire sul cammino indicato dalla Commissione europea. Protagonista indiscusso sarà il Primo Ministro Janez Janša, che proprio nei primi giorni di presidenza ha scagliato contro l’Ue alcune critiche piuttosto pesanti.

Un semestre difficile?

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo