spot_img

Stati Uniti: Mike Johnson è il nuovo speaker della Camera


Una vittoria per Donald Trump, vola l’ultra-destra all’interno del Partito Repubblicano: un messaggio agli elettori e alla Presidenza Biden

Dopo settimane di incertezze e di nomi letteralmente bruciati, la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti elegge un nuovo speaker, che riflette esattamente il volere dell’ala ultra-destra del Partito Repubblicano. È stato scelto Mike Johnson come successore di Kevin McCarthy, quest’ultimo risultato fin troppo moderato per i trumpiani del Grand Old Party, che hanno preferito per l’importante incarico legislativo una figura vicina all’ex Presidente, definito dal New York Times, tra gli architetti del tentativo di inficiare le elezioni del 2020.

Rappresentante della Louisiana, Johnson incarna l’ideale ideologico dell’elettorato repubblicano oramai scivolato definitivamente su posizioni oltranziste: contrario all’aborto, all’omosessualità, ai matrimoni gay. Cristiano evangelico, il nuovo speaker della Camera ha citato la Bibbia nel suo discorso d’insediamento. Ma non solo: il suo atteggiamento verso la politica estera aiuterà a dar peso alla parte di Congresso che si oppone a nuovi aiuti all’Ucraina.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo