spot_img

Usa, lanciato il quadro di cooperazione atlantica sulla tutela marittima e ambientale


L’iniziativa coinvolge diciotto nazioni e prevede il finanziamento di programmi di natura ambientale e securitaria con ulteriori 100 milioni di dollari da parte americana

Durante l’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New York, gli Stati Uniti hanno formato un nuovo raggruppamento di Paesi atlantici dedicato alla sicurezza marittima e ambientale. “Gli Stati Uniti”, aveva spiegato un anonimo funzionario del Dipartimento di Stato all’Agence France-Presse, “sperano di lavorare con i Paesi atlantici per sviluppare un nuovo quadro di cooperazione atlantica regolare, attraverso il quale i nostri Paesi possano stabilire e portare avanti un approccio condiviso per far avanzare i nostri obiettivi comuni nella regione”.

L’iniziativa coinvolge diciotto nazioni in tutto – Angola, Argentina, Brasile, Canada, Costa Rica, Costa d’Avorio, Ghana, Guinea-Bissau, Guinea Equatoriale, Irlanda, Mauritania, Norvegia, Paesi Bassi, Portogallo, Regno Unito, Senegal, Spagna e Stati Uniti – e prevedrà il finanziamento di programmi di natura ambientale e securitaria con ulteriori 100 milioni di dollari da parte americana.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo