spot_img

Usa e Corea del Sud rispondono ai test missilistici di Pyongyang


Washington e Seul hanno condotto delle esercitazioni aeree in concomitanza alla visita della vice segretaria di Stato Wendy Sherman: “Risponderemo con determinazione alle provocazioni della Corea del Nord”

Aumenta la tensione militare nella penisola coreana, con Pyongyang che ha ripreso con i test missilistici e Seul che risponde insieme all’alleato statunitense. Corea del Sud e Usa, infatti, hanno condotto delle esercitazioni aeree in seguito al lancio di missili balistici a corto raggio della Corea del Nord, avvenuto nella giornata di domenica. Una prova muscolare che rischia di sfociare in un crescendo di interventi militari che non giova alla stabilità dell’area, tra le regioni più complicate del palcoscenico internazionale.

La dimostrazione dell’aviazione sudcoreana e di quella statunitense ha coinvolto 20 aerei da guerra, compresi gli F-35A stealth fighter jets e, come si legge nella nota dell’esercito di Seul, ha permesso di mettere in luce “la grande abilità e la determinazione dei due alleati nel colpire velocemente e con accuratezza le provocazioni della Corea del Nord”. Corea del Sud e Stati Uniti hanno inoltre lanciato 8 missili balistici.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo