spot_img

Le isole del Pacifico dicono no alla Cina per l’accordo sulla sicurezza


Stop alla proposta di Pechino che avrebbe drammaticamente modificato l’assetto geopolitico dell’area. Il Presidente della Micronesia: “Sarebbe un pericoloso ritorno all’era della Guerra fredda, rischio Guerra mondiale”

Non un viaggio a vuoto quello di Wang Yi nelle Fiji ma certamente un ritorno che lascia l’amaro in bocca al Ministro degli Esteri della Cina, arrivato nei giorni scorsi a Suva per l’incontro con le nazioni delle isole del Pacifico e per presentare un progetto di cooperazione sulla sicurezza e, in forma più ampia, sul commercio, definito China-Pacific Islands Countries Common Development Vision.

L’idea di Pechino non è piaciuta a numerosi Paesi dell’area, su tutti la Micronesia, portando il Segretario Generale del Pacific Island Forum, Henry Puna, a fermare le trattative visto il mancato consenso tra gli Stati sulla parte prettamente legata alla sicurezza.

Questo contenuto è riservato agli abbonati

Abbonati per un anno a tutti i contenuti del sito e all'edizione cartacea + digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €35

Abbonati per un anno alla versione digitale della rivista di geopolitica

Abbonati ora €15

- Advertisement -spot_img
rivista di geopolitica, geopolitica e notizie dal mondo